In cerca di una meta low cost in cui passare il Capodanno, quest’anno ci siamo regalati un mini viaggio a Monaco di Baviera, in  Germania.

La decisione è stata presa davvero  poco prima di partire, e così la macchina si è rivelata il mezzo più comodo ed economico. Ed eccoci qui, quattro ragazzi in auto che attraversano quattro stati, in sei ore, per trascorrere un Capodanno diverso. Partiti dall’Italia, attraversiamo la Svizzera, il Liechtenstein  , e arriviamo così alla nostra destinazione.

L’hotel che ci attende è molto carino, anche se non in centro; ma questo forse è il motivo per cui riusciamo a soggiornarci ad un prezzo fantastico. E dopo aver lasciato i bagagli in stanza, decidiamo immediatamente di andare in centro a Monaco.

Arriviamo a Marienplatz, fulcro della città, bellissima e vestita a festa, con un albero di Natale gigante. Questa piazza, con la sua cattedrale enorme e il campanile, mi piace tantissimo. Foto di rito, passseggiata per le vie illuminate e poi dritti alla ricerca di Hofbraeuhaus, locale storico della tradizione bavarese, che sebbene sia un po’ troppo turistico per i miei gusti, merita una visita. Cena a base delle immancabili salsicce con crauti e birre. Il penultimo giorno dell’anno si conclude così.

Il giorno seguente, dopo aver visto lo spettacolo del carillon del campanile a Marienplatz, decidiamo di fare un salto in Austria.  A circa un’ora di auto, ci dirigiamo a Salisburgo, famosa per la casa natale di Mozart.

Cittadina sul fiume molto carina col suo castello e i vicoli in cui si respira a pieni polmoni la magia delle feste.  In piazza si mangia e si beve, e nell’aria risuonano le note di grandi capolavori di musica classica.

Dopo aver trascorso la giornata qui, torniamo a Monaco per trascorrere la sera di Capodanno in piazza, dove tutti si radunano, muniti di bicchieri e bottiglie per il brindisi, sotto il campanile e aspettano il rintocco della mezzanotte, per salutare il nuovo anno.

 

Il giorno dopo, primo giorno dell’anno,  ci rimettiamo in cammino  verso l’Italia. Ma decidiamo di passare per l’Austria e fermarci a Innsbruck, splendida città del Tirolo, famosa per i suoi mercatini di Natale e per essere una nota località sciistica.

Anche qui, ci perdiamo tra le vie, le bancarelle e i negozi ; e ci facciamo tentare da golosità di ogni tipo : strudel, pretzel, l’immancabile torta Sacher e lo Speck, che qui riveste un ruolo talmente importante da avere dei negozi dedicati solo alla sua vendita, come la Speckeria.

Con gli occhi ( e la pancia) pieni di meraviglie, torniamo  a casa, grati di aver cominciato l’anno nel modo più bello che credo ci possa essere : viaggiando.